-
www.ScienzeMotorie2.it
Time: 
Orologio
    -    Benvenuto a www.scienzemotorie2.it il sito dedicato alla scienza dello sport     -    
Tweet: Contenuti disponibili al 35%
News - Avvisi
Nessuna news disponibile per l'anno corrente

Alcool Nutriente
Torna indietro
Alcool Nutriente
condividi su facebookPubblicato il 14/05/2013
(ultima modifica: 22/04/2014)
Composizione
- sostanza formata da carbonio, idrogeno ed ossigeno, prodotta dalla fermentazione del glucosio
- Il contenuto alcolico di alcune bevande è controllato dalla quantità di fermento e dalla durata della fermentazione

Produzione
vino e il sidro: frutta
birra e liquore: cereali orzo, frumento, luppolo, segale

Effetti
- alterazione umore (è un depressivo)
- perdita delle inibizioni (spegne la parte del cervello che controlla il giudizio )
- progressiva diminuzione delle capacità motorie coordinative

Benefici e Rischi
- Il fegato demolisce ed elimina l’alcool dall’organismo, impiegando circa un’ora per gestire un’unità di alcool (pari a 8g).
- consumo moderato pare ridurre il rischio di patologie alle coronarie (secondo l'organizzazione mondiale della sanità sì è riscontrato con un consumo di un drink ogni due giorni)
- è stato collegato ad una serie di malattie, come un più alto rischio di tumori alla bocca, alla faringe e all’esofago (rischi ancora più alti se combinati con il fumo), tumore colon-rettale e al seno
- alta pressione sanguigna
- complicazioni gastrointestinali (gastrite, ulcere e deplezione di alcune vitamine e minerali)
- un consumo eccessivo può portare a conseguenze sociali e psicologiche dannose

Consumo consigliato (moderazione ed equilibrio)
- 2 o 3 unità di alcool al giorno per le donne
- 3 o 4 unità per gli uomini
- è buona norma avere 2-3 giorni della settimana nei quali non si consumano alcoolici.

Titolo Alcolometrico
Per titolo alcolometrico o gradazione alcolica si intende la misura del contenuto di etanolo in una bevanda alcolica.

Il grado alcolico può essere espresso in unità di peso:
Grado alcolico in peso (g/L) = 8 × Titolo alcolometrico volumico (V/V, %)

1 unità corrisponde a 8 g di alcool quindi per fare un esempio:

Una concentrazione al 40% in volume corrisponde a 8 x 40 = 320 g/l

Tradotto in maniera più pratica equivale a circa:
- un piccolo bicchiere di vino (125 ml)
- un bicchiere medio di birra (40 cl)
- un bicchierino di liquore

Questi valori possono variare in base al prodotto: alcune birre possono arrivare a 2,5 unità per bicchiere medio.

Alcool ed energia
- il valore nutritivo dell'alcool è 7 kilocalorie per grammo di alcool
- l'energia fornita da una bevanda alcoolica dipende dalla percentuale di alcool che contiene

Tabella nutrizionale di alcune bevande
Bevandekcal
Birre, lager (birre chiare) e sidro per lattina o bicchiere medio (330 ml)
Amara, in lattina, alla spina106
Amara, alla spina102
Semi amara, alla spina83
Birra scura93
Birra chiara106
Birra scura, in bottiglia122
Birra forte (tipo succo d´orzo)238
Birra chiara (medio forte)99
Sidro dolce128
Sidro secco110
Vino bicchiere piccolo (125ml)
Vino rosso85
Vino rosé, medio89
Vino bianco dolce118
Vino bianco secco83
Vino bianco medio94
Vino bianco frizzante95
Vini rinforzati (50ml)
Porto, Marsala79
Sherry, secco58


Consigli sul consumo
- moderazione
- vicino o durante ai/i pasti (l'effetto inebriante è ridotto se siamo a "stomaco pieno")
- prediligere quelle a basso tenore alcolico (vino e birra)
- evitare assunzione di alcol durante l’infanzia, l’adolescenza, la gravidanza e l’allattamento / ridurla con l'anzianità
- non consumare bevande alcoliche prima di mettersi alla guida di autoveicoli (limite tollerato 0,5/litro = 1 bicchiere di vino ma varia in base al soggetto), o dell'utilizzo di apparecchiature delicate o pericolose
- se vi è una assunzione di farmaci è da evitare o ridurre il consumo
- ridurre o eliminare l'assunzione in caso di sovrappeso, obesità, diabete, ipertrigliceridemia

Fonte/Bibliografia:
Appunti realizzati sulla base delle informazioni tratte da:
Alcohol Concern, Waterbridge House, 32-36 Loman Street, London, http://www.alcoholconcern.org.uk/ e integrato con le Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana- INRAN Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione ed. 2003, sotto la supervisione di Marco Riva, Università di Milano.


Contatore sito